Armatori-dr. Guido Maria MATELLI

Armatori

 
 

Perché un armatore dovrebbe avvalersi di un perito

  • verificare da un punto di vista tecnico le condizioni dell’imbarcazione - perizie di pre-acquisto - in funzione all’età, all’utilizzo che ne è stato fatto, agli interventi manutentivi compiuti ed alle eventuali riparazioni; ovvero sapere esattamente cosa sta acquistando.
  • accertare il valore definito "accettato" in ambito assicurativo - perizie valutative - ovvero quel valore che la Società Assicuratrice terrà valido in caso di sinistro risarcibile ai termini della copertura corpo o finanziabile in caso di acquisto con leasing.
  • accertare i danni - perizie sinistro - in conseguenza ad un sinistro indifferentemente dalla causa del sinistro stesso; la perizia attesta lo stato di fatto dell'imbarcazione ovvero l’entità del danno al fine della richiesta di risarcimento.
  • avere il supporto tecnico - perizie tecnico-legali - che uno studio legale necessita in un procedimento civile per ottenere il soddisfacimento dei diritti dell'armatore in tutte le controversie che hanno per oggetto vizi o difetti dell'imbarcazione o mancanza di rispetto della regola d'arte nei lavori di manutenzione.
  • controllo dei lavori di manutenzione, ripristino per sinistro, refitting - direzione lavori - in tutti quei casi in cui l'imbarcazione è in Cantiere l'intervento permette di superare inconvenienti tecnici e garantisce il rispetto delle norme CE o del registro di classifica dell'unità e l'esecuzione degli interventi nel rispetto della regola d’arte.
  • verifica del rispetto delle specifiche di progetto - boat manager - e del capitolato di commessa nella costruzione di nuova imbarcazione,  dal progetto alle prove di collaudo di consegna seguendo tutte le fasi di costruzione ed allestimento.